Presente quando arrivi a gennaio e ti rendi conto che l’anno prima è stato una merda? Ecco bene per me quell’anno è stato il 2017. Due lutti, un ex fidanzato e un lavoro a cui non sapevo che direzione dare, soldi che scarseggiavano e tanto casino dentro.

Parto per la mia vacanza con madre, passata tra spiagge, relax e incredibili partitone a burraco… che tanto io in pensione non ci vado è meglio portarsi avanti.

In quelle due settimane lontana ho avuto modo di pensare tanto. Fino a pochi mesi prima ero fidanzata, e ora mi ritrovavo per la prima volta dopo molto tempo da sola. In più ero stufa di passare il tempo a fare cose che non mi davano gioia.

Nella mia testa avevo solo due domande:  cosa mi piace, chi sono?

Avevo deciso che mi meritavo di essere felice, e così per gioco mi sono lanciata una sfidazza: dire sempre sì a tutto quelle che mi capitava senza farmi troppe menate, che a dire sempre no sapevo cosa avevo indietro.

Cosa ho imparato dicendo sempre sì per 5 mesi

1# Amo stare in mezzo alla gente e conoscere persone nuove, anche random

Gli ultimi anni li avevo passati un po’ troppo a casa. E nel mio caso essere stata poco a contatto con altre persone mi ha fatto chiudere molto in me stessa, preoccupandomi anche meno del mio aspetto. Ero più simile a Gollum (se hai visto il signore degli anelli sai di cosa parlo) che a me stessa. Mi ero scordata di quanto amassi uscire e conoscere persone nuove, e di quanto questo faccia parte della mia vita

2# Quando sei onesta con te stesso gli altri saranno onesti con te

In questi 5 mesi oltre a dire sempre sì alle nuove possibilità, ho imparato il valore dell’onestà. L’ho imparato con dei ragazzi, uno con cui sono uscita una volta che mi ha detto “sei simpatica ma non c’è chimica” e un altro che mi ha detto “non sei la mia anima gemella, mi presenti le tue amiche“. Insomma un’onesta disarmante, ma che ho apprezzato perché mi ha insegnato ad essere onesta con me stessa. Vuoi una cosa, la fai. Non la vuoi non la fai, senza giri di parole che il tempo è prezioso.

3# Ti accontenti quando non sai cosa vuoi

Se ti porto fuori al ristorante e ti chiedo cosa mangiare, e tu mi dici che va bene tutto, se poi ti faccio portare creste di gallo stufate non puoi lamentarti. Mi hai detto che ti andava bene tutto. Così vale anche nella vita, nell’amore, nelle amicizie e nel lavoro. Vuoi creste di gallo, tagliolini ai porcini, picanha alla griglia o sushi? Scegli e mangiati quello che vuoi.

4# Ho speso un sacco di soldi

Il budget mensile non è mai stato rispettato, avevo fatto i calcoli male della mia attività, insomma un casino anche il 2018, ma mi sono goduta ogni possibilità. Aperitivi e cene organizzate all’ultimo, fughe in montagna, e un viaggio di tre settimane in Australia. Tutto questo l’ho ripagato a fine anno, con un conto a zero, ma come dice sempre mia mamma: hai una vita sola goditela.

5# Ho capito cosa mi piace e cosa voglio

Ho capito che adoro avere una persona al mio fianco, un compagno di viaggio, che faccia il percorso con me. Ho capito che questo compagno per me rappresenta una parte importante della mia vita. Ho capito che voglio essere onesta con me stessa, anche a costo di perdere amicizie o amori.
Ho capito che bisogna coltivare le amicizie, perché loro ti rendono la vita speciale. Ho capito che ho dei valori e che la mia vita e il mio tempo ruotano attorno a questo.

Anche tu ti meriti di essere felice, e ti meriti di vivere una vita piena, ricca, senza accontentarti.

Se anche tu vuoi fare tutto il percorso che ho fatto io, lo trovi cliccando qui.